Cosa fare se un medico o un farmacista fa obiezione sulla pillola del giorno dopo?

La pillola del giorno dopo è un contraccettivo d’emergenza, non un farmaco abortivo: non interrompe la gravidanza, ma evita che essa avvenga. Se sei già incinta, la contraccezione d’emergenza non funziona: è per questo che la pillola del giorno dopo deve essere presa il prima possibile!

Per questo, in Italia, la prescrizione della pillola del giorno dopo è considerata una prestazione d’urgenza: più tardi si prende la pillola, più alto diventa il rischio che avvenga la gravidanza.

La prestazione deve essere garantita anche se non hai il permesso di soggiorno!

La prescrizione medica, o la vendita, della pillola del giorno dopo, quindi, non può essere soggetta a obiezione di coscienza! L’obiezione di coscienza, secondo la legge 194/78, vale solo per l’Interruzione Volontaria di Gravidanza.

Qui trovate un testo utile in caso il ginecologo, il medico o il farmacista si dichiarino obiettori anche per la pillola del giorno dopo.