Giù le mani… Indietro non si torna!

Mercoledì 20 giugno la Corte Costituzionale si pronuncia sulla legittimità della legge 194. Un giudice di Spoleto ha sollevato dubbi di incostituzionalità e di incompatibilità con le norme europee relativi a questa legge, che, dal 1978, permette alle donne di scegliere se portare avanti una gravidanza e di interromperla negli ospedali pubblici in condizioni di sicurezza.

INDIETRO NON SI TORNA!

In attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale, la Consultoria sarà aperta dalle 9.30 alle 12.00 con una mostra e materiale informativo nei giardini di via dei Transiti.

Immagine